Campari presenta le Art Label 2014

campariiiiTre diverse interpretazioni delle opere di Fortunato Depero saranno le protagoniste dell’iconica bottiglia Campari.

Campari presenta le nuove etichette artistiche in Edizione Limitata. Le Art Label sono una reinterpretazione in chiave moderna di alcune opere di Fortunato Depero, uno degli artisti più rappresentativi del movimento futurista, che vanta una lunga collaborazione con Campari.

Le opere di Depero spiccano per la forte energia e il dinamismo trasmesso: la corrente Futurista è oggi molto popolare e attuale, poiché ci si ritrovano caratteri tipici della vita contemporanea grazie all’esaltazione di concetti quali il movimento continuo, la frenesia e i ritmi serrati.

Sono tre le etichette collezionabili protagoniste della limited edition Campari, che sintetizzano tre momenti fortemente legati al consumo ottimale del prodotto: la preparazione di un perfetto cocktail, il piacere di gustare un Campari e la degustazione. Due opere nascono in bianco e nero, poiché originariamente erano state prodotte per la pubblicazione sui quotidiani, e quindi reinterpretate con un sapiente gioco di colori che richiama gli accostamenti tipici della Pop Art. La terza invece è la riproduzione fedele dell’opera di Depero.

La prima etichetta è ispirata a una china in bianco e nero, realizzata su cartoncino nel 1928. Si tratta di uno studio grafico effettuato per Campari, con un forte richiamo al momento dell’aperitivo, rivisitato e ricolorato, presentato su sfondo verde con il colore rosso in forte evidenza.

La seconda Label, su sfondo giallo, raffigura un collage risalente al 1927. L’immagine riprende un bozzetto, il cui originale è custodito nell’archivio di Galleria Campari, realizzato dall’artista con le matite colorate. Rappresenta il piacere e la passione di gustare un Campari: il particolare più in evidenza del personaggio ritratto è il cuore, che viene colorato proprio come il liquido presente nel bicchiere.

La terza Art Label, che completa la collezione, su sfondo viola, l’unica ad essere già stata ideata colorata, rappresenta una grafica del 1928 realizzata da Depero con la tecnica del collage. L’opera raffigura l’iconico omino di Fortunato Depero durante la degustazione di Campari. Particolarmente d’impatto l’accostamento dei colori che viene sottolineato anche dal liquido rosso del prodotto.

Precursore dei tempi in tutte queste tre opere è sicuramente il lettering utilizzato dall’artista per scrivere il nome del marchio, con un carattere originale e innovativo.

La reinterpretazione delle opere di Depero è l’ultima di una serie di etichette in edizione limitata ideate per valorizzare il forte legame che Campari ha da sempre con l’arte, regalando ai propri consumatori dei veri e propri pezzi da collezione. L’attualità del Futurismo e il suo carattere diretto, rendono queste limited edition un oggetto da collezione per i consumatori Campari, che potranno apprezzarne il linguaggio semplice e di immediata comprensione.

Le Art Label Campari saranno inizialmente disponibili in Italia a partire da Maggio 2014 e a seguire nel resto del mondo.

(Fonte: Havas PR Ufficio Stampa Campari)

Bardolino: rassegna gourmet di stagione & “brunch & music”

aqualuxGrazie alla creatività dello chef Angelo Ruatti e alla sua continua attività di ricerca sulle materie prime – con un focus particolare, sull’offerta di stagione e di prossimità – la cucina del ristorante“DropsFood& Wine”, a soli due anni dall’apertura, si è conquistata una “felice” posizione di spicco nell’ambito del bacino del Lago di Garda.Il ristorante, che figura tra gli ambasciatori del prestigiosomarchioValrhonaChocolate,fa parte del circuito Euro Toques, la Comunità Europea dei Cuochi.

La stagione primavera/estate è ricca di novità e propone nei due ristoranti dell’hotel – “Italian Taste” e “DropsFood& Wine” – un calendario pieno di gusto a partire dal 20 aprile, giorno in cui prenderà il via la rassegna gastronomica dedicata alla valorizzazione dell’offerta di stagione.

Comune denominatore: l’esaltazione dei tratti distintivi dei differenti ingredienti grazie alla “leggerezza” delle cotture brevi o a basse temperature e all’attenta giustapposizione tra differenti note aromatiche.

“APPUNTAMENTI CON IL GUSTO” DI APRILE:

“Pranzo di Pasqua” – 20 aprile – h. 12.30:

Piatti sontuosi creati a partire da ingredienti eccellenti, abbinati da Angelo Ruatti per un pranzo delle grandi occasione che guarda alla tradizione con occhi nuovi e pieni di creatività.

IL MENU: aperitivo Aqualux; code di gamberi in pasta kataifi; bicchierini con asparagi verdi, uova di trota e salsa bolzanina; delizia di formaggio croccante e funghi porcini; cicoria di campo al guanciale di maiale con frittelle di asparagi selvatici e maionese calda; fagottini di pasta all’uovo in farcia di crescenza; polipo di scoglio arrostito e bruscandoli all’aglio nero; risotto vialone nano di Isola della Scala con spugnole su zuppetta di asparagi verdi; carrè di agnello in crosta aromatica, salsa alle animelle di vitello e foie gras d’anatra con tortino di patate e piselli novelli; dacquoise alle noci di Pecan e Xocomeli, mango, cioccolato Bahibè e cardamomo; caffè e piccola pasticceria.

“A tavola con… la sostenibilità di terra e lago”– 25 aprile – h. 20.00

Trionfo di freschezza primaverile che combina la leggerezza del pesce di acqua dolce con erbe e verdure di stagione ed eccellenze enogastronomiche ipertipiche di prossimità come il riso vialone nano di Isola della scala, le patate della Val di Gresta la carne di razza garronese veneta e il gewürztraminer. Il risultato? Una serata piena di gusto, resa speciale dalla delicata e sostenibile incisività degli abbinamenti.

IL MENU: crema di patate della Val di Gresta con trota salmonata marinata al Gewürztraminer, risotto vialone nano di Isola della Scala agli asparagi verdi con ragout di tinca, garronese con spugnole e insalatina di carletti, tortino di basilico con fragole e mousse di ricotta di montagna, caffè e piccola pasticceria, caffè e piccola pasticceria.

 “BRUNCH & MUSIC”: dal 6 aprile al 1°giugno, ogni domenica dalle 11.30 alle 14.30

I luminosi spazi del ristorante “Italian Taste” si riempiranno di musica, grazie agli appuntamenti domenicali di “Brunch & Music”. Filologicamente corretto, il menu del brunch con i classici piatti che lo caratterizzano sarà personalizzato da una nota di stile italiano, messa a punto dallo chef Angelo Ruatti. Tocco speciale di ogni evento, l’abbinamento tra cibo e musica, grazie alla presenza di Francesco Palmas & Luca Gallina, duo chitarristico di talento che con grande classe interpretativa proporrà classici della canzone d’autore italiana e internazionale.

 Altri “Appuntamenti con il Gusto”per i mesi di maggio & giugno:

-  Venerdì 2 Maggio “A tavola con…il pesce d’acqua dolce”

-  Dal 17 al 24 Maggio “Passione di…asparagi, fragole ed erbe aromatiche”

-  Lunedì 2 Giugno “A tavola con…le primizie dell’orto”

-  Dal 14 al 21 Giugno “Passione di…ciliegie, melone e menta”

(Fonte: AT Comunicazione Ufficio stampa Aqualux Hotel Spa Suite &
)

iittala debutta al Salone del Mobile

ITTALAPer la prima volta nella sua storia, iittala partecipa al Salone del Mobile e sceglie Milano per il lancio mondiale delle nuove collezioni Interior Design.

In occasione del Salone del Mobile di Milano, iittala – icona internazionale di design finlandese appartenente al Gruppo Fiskars – espande e consolida la propria posizione nel mercato dei complementi per l’arredo casa, presentando in anteprima mondiale le collezioni autunnali disegnate da alcuni dei migliori designer scandinavi della nuova generazione.
iittala, dopo essersi dedicata per oltre un secolo alla produzione di oggetti di design, amplia la propria produzione esistente con una gamma dedicata all’arredo casa.

Le nuove proposte della gamma Interior Design, progettate da Matti Klenell, Cecilie Manz e Magnus Pettersen, saranno protagoniste in fiera insieme ad alcune note collezioni icone del design per la tavola (Aalto e Teema) e per l’arredo casa (Vitriini, Vakka e Leimu, quest’ultime tutte e tre premiate con il prestigioso iF Design Award). Collezioni dal design senza tempo, che fondono creatività, innovazione e funzionalità, rispettandone la tradizione artigianale.

“Il Salone del Mobile è considerato il più grande evento internazionale nel campo del design e circa 300.000 visitatori lo frequentano ogni anno, due terzi dei quali provenienti dall’estero” Dichiara il Dott. Paolo Iacono, Amministratore Delegato di Fiskars Italy. “La presenza di iittala al Salone rappresenta un appuntamento fondamentale per il brand e i suoi prodotti, che potranno godere di visibilità e apprezzamento a livello internazionale, posizionandosi tra i top-player del mercato globale”.

Inoltre, durante la Design Week, lo showroom iittala sarà aperto tutti i giorni e ospiterà l’esclusiva Aalto Installation, una speciale installazione artistica, realizzata con gli iconici vasi di Alvar Aalto.

Dal 10 al 13 aprile, protagonista dello showroom sarà, inoltre, il progetto “iittala Designing for the Future Home”, attraverso il quale, anche il pubblico, potrà scoprire in anteprima le nuove proposte per la casa iittala.

iittala – Padiglione 16, Stand D30
Salone Internazionale del Mobile, Fiera Milano Rho
Da martedì 8 a domenica 13 aprile 2014
Sabato 12 e domenica 13 aprile ingresso aperto anche al pubblico
Orario: 09.30 – 18.30

iittala – Showroom e shop-in-shop monomarca
C.so Monforte, 19 presso Alias Shop – 20122 Milano
Da martedì 8 a domenica 13 aprile
Orario: 10.00 – 19.00

(Fonte: The Cream Ufficio stampa iittala)

Per l’Emilia Romagna sarà un Vinitaly da Oscar

enotecaEnoteca Regionale ha scelto le ricette di Federico Fellini per esaltare i vini del territorio. Ampio spazio al biologico e poi gli originali cocktail di vino.

La cultura enogastronomica emiliano romagnola sarà di nuovo protagonista al Vinitaly 2014 di Verona, dal 6 al 9 aprile, grazie all’Enoteca Regionale Emilia Romagna,che all’interno del Padiglione 1 proporrà un ricco programma di eventi, degustazioni, incontri e workshop con l’obiettivo di promuovere e valorizzare le eccellenze di questo territorio, a partire ovviamente dal vino. Su uno spazio di oltre 4.000 mq interamente riservati alla nostra Regione, circa 200 rappresentanti del vino emiliano romagnolo – tra aziende e consorzi – parteciperanno alle quattro giornate di fiera, confermando così un numero di presenze in aumento rispetto al 2013. Per questa edizione del Vinitaly l’elemento caratterizzante scelto da Enoteca Regionale sarà uno dei “simboli” italiani più celebri e apprezzati al mondo: Federico Fellini, espressione del cinema italiano d’autore – vincitore di 5 premi Oscar – e testimone d’eccellenza delle tradizioni emiliano romagnole. Come conferma Gian Alfonso Roda, Presidente di Enoteca Regionale Emilia Romagna: «Vinitaly rappresenta l’appuntamento più importante per il settore vitivinicolo in Italia, a cui dedichiamo ogni anno risorse, tempo ed energie per lasciare ai visitatori il ricordo di un’esperienza unica per la qualità delle degustazioni e per l’atmosfera di calda ospitalità che si respira al Padiglione 1». Ampio spazio sarà dedicato anche al vino biologico e agli originali cocktail di vino, per un calendario di appuntamenti in linea con le richieste di mercato e all’avanguardia rispetto alle nuove tendenze.

Nella piazza centrale del Padiglione 1 saranno allestiti due banchi d’assaggio con oltre 400 vini: uno per quelli prodotti con metodo convenzionale, l’altro per i vini biologici. Già confermata la presenza di 15 sommelier – garantiti ben 15.000 calici – per offrire degustazioni professionali e consigliare il miglior abbinamento. Non mancherà l’area ristorante – con accesso su invito – curata per Enoteca Regionale dall’IPSSAR Pellegrino Artusi di Riolo Terme, che proporrà un menu fortemente legato al territorio e – novità assoluta per Vinitaly 2014 – una selezione di piatti dedicati al grande regista riminese a partire dallibro “A tavola con Fellini – Ricette da Oscar della sorella Maddalena”, scritto da Maddalena Fellini e rieditato, ampliato nell’introduzione dalla nipote Francesca Fabbri Fellini, che presenterà il volume proprio durante le giornate del Salone internazionale. Il ristorante proporrà anche un menu a base di proteine vegetali in alternativa ai piatti tradizionali. Enoteca Regionale rinnova così il suo impegno per la promozione e la valorizzazione del patrimonio vitivinicolo regionale, della cultura e delle tradizioni del territorio, lavorando in sinergia con i consorzi di tutela dei prodotti tipici regionali.

Il cocktail bar del Padiglione 1 riproporrà, inoltre, i drink realizzati con i vini emiliano romagnoli: colorati mix di frutta fresca, vodka, vermouth, gin o rum per un modo unico di degustare i vini della tradizione, tra cui Lambrusco, Pignoletto, Malvasia, Sangiovese, Gutturnio, Fortana e Albana.

Il calendario completo con i dettagli di ogni appuntamento (degustazioni, tavole rotonde, seminari…) sarà pubblicato sul sito di Enoteca Regionale: http://www.enotecaemiliaromagna.it/it. Sui canali social, Facebook e Twitter, sarà possibile seguire gli eventi live con aggiornamenti, foto e materiale multimediale.

(Fonte: WinerCommunication Ufficio Stampa Enoteca Regionale Emilia Romagna)

Virgilio al FuoriSalone con Aurora Mazzucchelli

virgilioLo street food è di moda, tutti ne parlano e soprattutto lo amano! Perché è semplice, soddisfa e lo puoi trovare ovunque e appunto per strada.  Da qui l’idea del Consorzio Virgilio, che in occasione della settimana più animata di Milano, il Fuorisalone del Mobile, parcheggerà una nuovissima Ape Car interamente brandizzata Virgilio in via Tortona 35 dal 7 al 13 aprile 2014 proprio di fronte ad una delle location più movimentate della zona: l’hotel Nhow.

Grazie alla collaborazione con la chef Aurora Mazzucchelli (1 stella Michelin) del Ristorante Marconi di Sasso Marconi (BO) lo street food Virgilio si declinerà in tre panini d’eccellenza, nei quali l’abbinamento di ogni ingrediente è stato ricercato e studiato  con abilità e fantasia; il risultato sono tre gustose proposte: due panini e un tramezzino  creati  per soddisfare i gusti di tutti e in vendita esclusivamente presso l’ape car Virgilio dalle 12.00 alle 22.00 tutti i giorni Virgilio aspetta gli ospiti per una pausa stellata, rigorosamente street style.

(Fonte: Studio Contatto Ufficio Stampa Consorzio Latterie Virgilio)

Nasce un nuovo epicentro di gusto a Milano: Donizetti

donizettiInaugurato ieri, 26 marzo 2014, DONIZETTI, il nuovo epicentro gastronomico che celebra l’esperienza e la tradizione del nostro paese all’ombra della Milano che sale. E’ il nuovo concept store che porta in primo piano il “saper fare” di sei Creatori del Gusto che interagiscono tra loro e si mettono in gioco in prima persona. Artigiani, cuochi e produttori propongono menu e degustazioni sempre nuove ma anche prodotti di prima scelta in vendita sia al dettaglio che da asporto. Dal caffè del  buongiorno  a un’offerta di frutta e verdura di stagione, dalla pasta fresca fatta sul momento al cibo di strada all’italiana; formaggi e affettati di Parma sono abbinati ai vini di un progetto enologico sostenibile mentre pesce appena pescato carni fresche al taglio sono protagoniste a un ristorante aperto a pranzo e a cena.

Donizetti si pone come luogo di incontro e confronto che unisce il mondo del gusto allo spirito contemporaneo della città. Giovedì 10 aprile, durante il Fuorisalone, DONIZETTI dà appuntamento allo show-cooking che unisce MESTOLI & COMPASSI, noti chef e designer si sfidano in un’amichevole d’autore. Sabato 17 maggio, in occasione di PianoCity, Piazza di Città di Lombardia si anima con il primo notturno organizzato in collaborazione con Musicamorfosi. Un  coro accompagnerà un pianoforte per far vibrare le architetture sinuose di Piazza di Città di Lombardia. Da domenica 25 maggio, Donizetti propone i brunch musicali per bambini che coinvolgeranno grandi e piccini in attività e laboratori creativi.

Si può iniziare la giornata con un caffè appena tostato da La Cafferia, la pluripremiata torrefazione artigianale che ha esportato nel mondo la passione italiana per il caffè. Da piccola bottega nel centro di Luino, la Cafferia ha saputo “miscelare” innovazione e tradizione coniugando la professionalità del mastro torrefattore con tipologie di caffé di prima scelta.

L’arte bianca e lo street-food tricolore più verace sono celebrati da Huè con un’offerta di pane fresco e ricette ready-to-go che percorrono lo stivale da nord a sud, dagli sciàtt valtellinesi agli arancini siciliani, passando per piadine, pizze al trancio e torte salate ogni giorno sempre nuove.

Per chi invece preferisce una pausa più leggera @gente naturale propone un’ampia  gamma  di verdura rigorosamente di stagione a partire da insalate componibili con ingredienti che arrivano direttamente dai campi e vellutate eco-consapevoli, ma anche macedonie e centrifugati che portano in tavola  il ritmo delle stagioni.

Da Pasta Food, lo chef stellato Lorenzo Secondi dirige un’equipe che offre pasta fatta al momento condita con sughi freschi che cambiano ogni giorno. Un consiglio? Provate i ravioli allo zafferano con ripieno di ossobuco, un omaggio a Milano rivisitato in chiave contemporanea.

I sapori e gli aromi di una delle capitali morali del gusto italiano si sposano da 2D PARMA: un’isola gastronomica che propone un’attenta selezione di formaggi e affettati abbinati ai vini di un innovativo progetto enologico che ha saputo unire tradizione e passione, ricerca e viticultura sostenibile riscoprendo un terroir assolutamente unico ed esclusivo. Imperdibile la “verticale” di parmigiano reggiano 24, 30 e 36 mesi da abbinare a un calice di Callas, la malvasia firmata Monte delle Vigne.

Sopraffino è il ristorante aperto a pranzo e cena che trasforma gli ingredienti di tutti i Creatori del Gusto in piatti che reinterpretano i grandi classici della nostra cucina in chiave contemporanea. Nove metri di bancone uniscono pesce appena pescato, portato a Milano dalla famiglia Pedol, a carni bianche e rosse e prodotti di rosticceria. Da Sopraffino anche il sushi si tinge tricolore: il bianco del riso cotto alla giapponese con dressing aromatico è avvolto dal rosso intenso del sashimi di tonno siciliano, il tutto è coronato da “scaglie” di pomodoro e profumato da foglie di basilico.

DONIZETTI è il format che unisce gli expertise dei singoli Creatori del Gusto all’interno di un network strutturato con una missione imprenditoriale comune: offrire ai suoi ospiti prodotti di prima qualità al costo sostenibile del produttore e supportare i Creatori del Gusto sia in termini di accesso diretto al grande pubblico che in termini di visibilità e immagine. Una vera e propria piattaforma strategica italiana di eccellenze gastronomiche complementari con la vocazione all’internazionalizzazione che offre l’opportunità di superare i confini nazionali ottimizzando gli investimenti di avviamento delle singole aziende produttrici che aderiscono al progetto. Un nuovo modello di business, che mette insieme, “in rete” i migliori esempi dell’imprenditoria italiana di nicchia.

(Fonte: Enrico Zilli Ufficio Stampa Donizetti)

Pasta Garofalo presenta il cortometraggio “Caserta Palace Dream”


garofalo cinemaaaa
Caserta Palace Dream, prodotto nell’ambito del progetto Garofalo Firma il Cinema, è un omaggio al sogno e alla passione da cui è nata una delle più belle opere architettoniche al mondo.

Una lunga storia d’amore. E’ questo probabilmente il più corretto sottotitolo per Caserta Palace Dream, l’ultimo cortometraggio prodotto dal Pastificio Garofalo nell’ambito del progetto “Garofalo firma il Cinema”. Scritto e diretto da James Mc Teigue, e con protagonisti Richard Dreyfuss, Kasia Smutniak e Valerio Mastandrea, Caserta Palace Dream nasce proprio dalla storia d’amore fra il regista di V per Vendetta e la Reggia di Caserta.

Un amore iniziato quando nel 1997 girò con George Lucas due degli episodi del seguito della saga di Guerre Stellari, e che lo ha spinto a cogliere l’offerta presentatagli dal Pastificio Garofalo proponendo la sua personale interpretazione di come abbia potuto sorgere un’opera di tale bellezza. Mc Teigue è tornato così a Caserta per raccontare la storia attraverso il ruolo della musa ispiratrice della Reggia di Caserta: Maria Amalia di Sassonia (Kasia Smutniak), moglie di Re Carlo di Borbone (Valerio Mastandrea), che con la sua passione seppe capire e guidare l’opera di Luigi Vanvitelli (Richard Dreyfuss), genio architettonico italiano, e che attraverso il tempo, come immagina Mc Teigue, ha saputo trasmettere a chi ha animato e vissuto gli spazi della Reggia, il segreto della sua bellezza: l’amore e la passione.

Caserta Palace Dream è anche un sogno che si realizza, rendendo sempre più forte e concreto il rapporto fra un’azienda, Garofalo, e quel territorio a cui appartiene e su cui fonda le proprie radici; un territorio che “Garofalo firma il Cinema” ha raccontato negli ultimi anni in tutta la sua bellezza, la sua complessità e, non ultimi, nei suoi eccessi e contraddizioni, e che oggi, con questo nuovo cortometraggio, narra in tutta la sua grandezza di arte, ingegno e cultura.

“Nasce prima la passione e poi si dà alla passione una ragione” spiega così il progetto Garofalo firma il Cinema Massimo Menna, Amministratore Delegato Pasta Garofalo e aggiunge ”James ha saputo sorprenderci e conquistarci con questa storia che abbiamo trovato entusiasmante e che ci ha permesso di raccontare uno dei luoghi simbolo del nostro territorio, eccellenza italiana nel mondo. Così come ha sorpreso e profondamente affascinato noi riscoprire la storia della Reggia di Caserta vista con gli occhi di un celebre regista internazionale, solo geograficamente lontano per origine ma decisamente vicino per sensibilità e capacità di cogliere l’essenza di una grande storia,
così ci auguriamo che, anche attraverso questo cortometraggio, la Reggia di Caserta possa tornare presto a commuovere il pubblico, riconquistando il posto che le spetta nel panorama del patrimonio artistico culturale”.

“Questo cortometraggio è la storia di una Reggia e di una donna che ne rappresenta l’anima attraverso il tempo. È lei che crea il palazzo, è lei che lo abita nelle varie epoche, è la donna che tutti amano, quella attorno a cui ruota la storia, è perfetta nelle diverse ambientazioni ed è perfetta in un film dentro il film” ha dichiarato James Mc Teigue.

Caserta Palace Dream è un viaggio nel tempo che accompagna gli spettatori in epoche diverse: dal 1759, quando viene progettata, al 1930, dal 1945 ai giorni nostri dove la Reggia di Caserta, con le sue fontane, i suoi giardini e le sue sculture è protagonista indiscussa Nel cortometraggio, inoltre, attraverso le parole e la visione di Vanvitelli è possibile ammirare alcuni degli scorci e delle opere più suggestive del Palazzo Reale, come la Fontana Margherita, quella di Eolo o quella di Diana e Atteone.

Completano il cast di Caserta Palace Dream Ennio Fantastichini, Nicola Nocella e Malika Ayane che, in una delle scene ambientate negli anni 30, interpreta il brano “o mistress mine” il cui testo è tratto da La dodicesima notte di William Shakespeare mentre le musiche sono composte ed arrangiate da Davide Combusti “The Niro”, autore di tutta la colonna sonora del cortometraggio.

Caserta Palace Dream verrà trasmesso in anteprima televisiva assoluta su Sky Cinema venerdì 28 marzo alle 20.30, al termine di una striscia settimanale completamente dedicata ai cortometraggi del progetto Garofalo firma il Cinema. A partire da lunedì 24 marzo, infatti, verranno trasmessi: Questioni di Gusto di Pappi Corsicato, Armandino e il Madre di Valeria Golino, Di là dal Vetro scritto ed interpretato da Erri de Luca, The Wholly Family di Terry Gilliam, ed infine, Caserta Palace Dream. A partire dal 31 marzo il cortometraggio sarà inoltre disponibile online sul sito http://www.pastagarofalo.it.

(Fonte: Image Building Ufficio Stampa Pasta Garofalo)