Menu

Agriturismo in provincia di Torino Bacca Blu

Bacca Blu è l’agriturismo in provincia di Torino particolarmente apprezzato, come si può intuire dal nome stesso del ristorante, per le sue ricette a base di mirtilli: semifreddi e dolci sono spesso arricchiti dall’utilizzo di questo frutto, noto soprattutto per le sue proprietà benefiche relative alla circolazione sanguigna e alla vista.
Questo suggestivo agriturismo, dotato anche di una azienda agricola a conduzione familiare che produce da anni ottime materie prime a Km 0, offre, però, tantissimi piatti tipici, ideali non solo per i turisti che vogliono scoprire gli odori ed i sapori di una regione sconosciuta, ma anche per gli abitanti della zona, desiderosi di ritornare alle radici e celebrare le proprie tradizioni, anche culinarie.
Qualche esempio?
Bacca Blu propone nei suoi menù il famosissimo Fritto Misto alla Piemontese, un piatto unico popolare risalente all’epoca in cui gli animali venivano allevati in casa: la ricetta tradizionale include tanti tipi diversi di carne, frutta e verdura fra cui, per esempio, fettine di vitello, granelle, salsiccia, petto di pollo, cavolfiore, amaretto, semolino dolce, animelle, pesche, albicocche, mele, fegato e cervella.
Ulteriore bandiera della cucina piemontese è, poi, la Bagna Càuda , una specialità regionale tipica del periodo autunnale ed invernale caratterizzata da aglio, olio e acciughe uniti in una speciale salsa in cui intingere diverse verdure cotte e crude (peperoni, cavolo, patate, rape…).
Entrambi i piatti possono essere accompagnati dai vini forti della zona, perfetti per esaltare i particolari alimenti fritti o conditi con riduzioni molto gustose.
Ma non finisce qui: l’agriturismo in provincia di Torino Bacca Blu ha inserito nei suoi menù tantissimi antipasti, primi e secondi legati al territorio, fra cui il vitello in salsa tonnata, le acciughe al verde, i tomini, gli ottimi Tajarin (tagliolini tipici piemontesi), risotti al Moscato e numerosi piatti che prevedono l’utilizzo di alcuni formaggi regionali, come la famosissima Toma!

Condividi l'articolo
Comments (0)

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.